IL TORRIONE ALICORNO

Il Torrione Alicorno



Il più grande fra i dodici bastioni circolari (torrioni) voluti dal capitano generale Bartolomeo d’Alviano fu completato entro il 1517. Le dimensioni (58 metri di diametro) sono giustificate dal ruolo di caposaldo della nuova cinta bastionata di Padova, nel punto in cui il fiume Bacchiglione, principale via di comunicazione del tempo, toccava la città.







Il suo aspetto esterno e la configurazione degli affascinanti ambienti interni sono molto diversi da quelli originari, anche in conseguenza di un progetto di trasformazione in baluardo poligonale, iniziato e mai portato a termine a metà Cinquecento.

La sua storia, poco significativa sul piano militare, si intreccia invece con quella urbanistica della città, che in quell’area ha subito radicali trasformazioni. Ma anche con quella scientifica e civile, testimoniate dalla presenza di uno “scopo meridiano” e da quella degli edifici del Bagno Pubblico del primo Novecento.

Il bastione è il primo di Padova i cui interni siano stati restaurati e adeguati a un riuso come spazio teatrale ed espositivo.









GALLERIA

La stazione di mura vive

L’accesso al torrione è all’interno del giardino Alicorno
(ingressi da Piazzale Santa Croce o all’angolo fra via San Pio X e via Marco Polo).





Punto di accoglienza

All’ingresso della casamatta superiore nord-est.
Qui troverete un breve video introduttivo sulle mura di Padova, comune a tutte le stazioni. Potrete inoltre scaricare mediante un QR Code sul vostro smartphone i contenuti dell’app MuraVive relativi al torrione (oltre all’app stessa, se non lo avrete già fatto in precedenza).



L'installazione Audiovideo

Il personale vi accompagnerà poi, a gruppi di max 20 persone ogni 45 minuti, all’interno delle casematte del torrione, dove un’installazione audiovideo, proiettata senza schermi, sui muri intorno a voi, farà rivivere i protagonisti delle vicende che hanno interessato il bastione nel corso dei secoli, dalla costruzione fino ai nostri giorni.

Per i visitatori stranieri sono disponibili il doppiaggio in inglese in cuffia o la trascrizione in inglese su dispositivo mobile (chiedere istruzioni al punto di accoglienza).

Per i visitatori sordi sono disponibili il doppiaggio in LIS su tablet oppure la trascrizione su dispositivo mobile.



La visita all'interno del torrione

Terminata la visione, potrete iniziare la visita degli ambienti interni facendovi guidare dall’app MuraVive.
Nella casamatta superiore sud-ovest, ultima tappa del percorso interno, troverete un video didattico che vi illustrerà in dettaglio le trasformazioni subite dal bastione e dal contesto urbano nel corso dei secoli.



La visita all'esterno

Una volta usciti, potrete proseguire autonomamente la visita all’esterno, seguendo le istruzioni e avvalendovi delle informazioni dettagliate che troverete nell’app MuraVive.



Informazioni pratiche

Per assistere alla proiezione all’interno della porta È NECESSARIA LA PRENOTAZIONE

Orari, giorni di apertura e modalità di prenotazione alla pagina INFORMAZIONI.

Vi raccomandiamo di portare con voi una giacca o un golfino, anche in piena estate: la temperatura all’interno del bastione è sensibilmente più bassa che all’esterno e dopo qualche minuto potrebbe crearvi disagio.



Accessibilità

L’area del giardino Alicorno è accessibile senza particolari difficoltà, ma si consiglia ai visitatori con problemi di deambulazione o in carrozzella che intendano visitare la stazione di MURA VIVE di farsi accompagnare.

L’installazione audiovideo al piano inferiore è perfettamente accessibile, mentre è previsto un percorso alternativo alle scale interne per raggiungere il piano superiore, con l’assistenza del personale. Le casematte superiori hanno pavimentazione a ghiaia non stabilizzata, per questa ragione si raccomanda vivamente ai visitatori interessati di farsi accompagnare da persona in grado di aiutarli negli spostamenti.





Torrione Alicorno


All’interno del Giardino Alicorno, ingressi da:
piazzale Santa Croce (accanto al 23H) o via S. PioX, angolo via Marco Polo